Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Federcaccia Nucleo di Magenta "Eligio Colombo"

Protocollo Operativo per utilizzo di uccelli da richiamo degli ordini Anseriformi e Caradriformi nell'attività venatoria.

|
Scritto da Super User
Categoria:

Provvedimento n. 21498 del 3 settembre 2018 con la quale, si dispone, su tutto il territorio nazionale, l'applicazione del Protocollo Operativo allegato al presente dispositivo per l'utilizzo di uccelli da richiamo appartenenti agli ordini degli Anseriformi e Caradriformi nell'attività venatoria. Si precisa che allo stato attuale la situazione epidemiologica (influenza aviaria) può essere considerata favorevole tuttavia è necessario garantire idonee misure di biosicurezza e di individuazione precoce della malattia.

Allegati:
Scarica questo file (Documento_Principale_0021498-03_09_2018-DGSAF-MDS-P.pdf)Protocollo Operativo per utilizzo di uccelli da richiamo[Provvedimento originale]11-09-2018

DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2018 n. 104, RELATIVO ALLA ATTUAZIONE DELLA COSIDETTA "DIRETTIVA ARMI" CIRCOLARE INTERPRETATIVA DEL MINISTERO DEGLI INTERNI.

|
Scritto da Super User
Categoria:

Comunichiamo che è stata resa pubblica la circolare interpretativa del Ministero degli Interni in merito al Decreto di recepimento della “Direttiva Armi”- DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2018 n. 104, (V. ALLEGATI)

Qui di seguito riportiamo un sunto della normativa indicando le principali modifiche che riguardano il mondo venatorio: riduzione da 6 a 5 anni della durata di validità delle licenze di porto d’armi e uso sportivo. Per le licenze rilasciate fino al 14 settembre 2018 continua a valere la vecchia durata, fino al prossimo rinnovo. Rimane invece il limite di tre mesi per il certificato medico di idoneità per il rinnovo della licenza di porto di fucile per uso di caccia.

La necessaria certificazione dei requisiti psicofisici potrà essere rilasciata anche da singoli medici della Polizia di Stato, dei Vigili del fuoco o da medici militari in servizio permanente e in attività di servizio (per il semplice nulla osta alla detenzione anche pensionati) fuori dalle strutture di appartenenza.

È stata aumentata la capacità dei caricatori, che è stato uniformato al resto d’Europa portandoli da 5 a 10 colpi per le armi lunghe (20 per le armi corte). Scatta ora l’obbligo di denuncia se in possesso di caricatori con una capacità superiore. Attenzione: non ne è però consentito automaticamente l’uso a caccia.

Per quanto riguarda il numero delle armi da caccia detenibili, questo è rimasto invariato. Anche se il loro uso non è contemplato a caccia, ricordiamo che è stato raddoppiato (ora sono 12) il numero di armi sportive detenibili.

Non è stato introdotto il paventato obbligo di avvisare i propri conviventi maggiorenni di possedere o aver acquistato una nuova arma o addirittura richiesto la relativa licenza. Ricordiamo però che l'adempimento è già previsto dal 2010, ma non è mai divenuto operativo per la mancata emanazione del regolamento recante le modalità tecniche attuative.

Infine, per l’annosa questione dei motivi ostativi al rilascio del porto d’armi ex articolo 43 del Tulps. legata al riconoscimento o meno della intervenuta riabilitazione con la modifica introdotta si raggiunge un importante chiarimento, ovvero che se è intervenuta la riabilitazione, la domanda di rilascio o rinnovo del porto d’armi non può più essere automaticamente rigettata ma deve essere valutata la situazione personale del richiedente e la sua condotta nel periodo successivo alla riabilitazione stessa.

Allegati:
Scarica questo file (circolare interpretativa Mininterno.pdf)Circolare interpretativa Ministero[Circolare originale]20-09-2018
Scarica questo file (Gazzetta Ufficiale 8 settembre 2018.pdf)Gazzetta Ufficiale 8 settembre 2018[Pubblicazione nuova legge armi]20-09-2018

Data esame abilitazione caccia al cinghiale in forma collettiva.

|
Scritto da Federcaccia nucleo di Magenta
Categoria:

ATTENZIONE AVVISO PER ALLIEVI CACCIA AL CINGHIALE.

Si AVVISANO tutti gli aspiranti cacciatori del corso per l'abilitazione alla caccia al

cinghiale in forma collettiva tenutosi presso il nostro nucleo di Magenta:

 

Che il giorno 18-07-2017 si terranno gli esami presso la sede UTR Città Metropolitana di Milano (presso Regione Lombardia) con sede in Via Fabio Filzi, 22, per cui tutti i candidati sono invitati in tale data a presentarsi per le ore 08:30 presso il sudetto UTR Città Metropolitana di Milano per sostenere gli esami in oggetto che avranno inizio alle ore 09:00, si prega la massima puntualità.

Si ricorda di portare un documento di identità e una penna.

 

A tal fine si avvisa che il ripasso si terrà il giorno 11/07/2017 alle ore

20:30 presso la sede del Nucleo Federcaccia di Magenta.

 

AVVISO ESAMI DI TIRO

Gli esami di tiro si terranno il giorno 23/07/2017 alle ore 09:00, Presso il poligono T.A.V. CIELI APERTI Loc. Cascina Bettosca, s.n.
24055 Cologno al Serio (BG).

Se utilizzate un navigatore satellitare inserite:
"Via Casale - Cologno al Serio"

L.R. 20/2015 del 08/07/2015 esenzione tassa regionale per neofiti

|
Scritto da Super User
Categoria:

ATTENZIONE!!!

I neofiti al primo rilascio della licenza di caccia sono esentati dal pagamento del versamento di tassa regionale ai sensi della Legge Regionale 8 luglio 2015, n. 20 Legge di semplificazione 2015 - Ambiti istituzionale ed economico (BURL n. 28, suppl. del 10 Luglio 2015 )

esenzione neocacciatori

 

La tassa di concessione regionale per attività venatoria non è dovuta:

  • in occasione del  rilascio della licenza di porto di fucile a uso caccia
  • in occasione del successivo nuovo rilascio a seguito di revoca
  • qualora, nel corso dell’anno, si prevede di non esercitare l'attività venatoria o di esercitarla esclusivamente all’estero.

Una volta versato l'importo dovuto, l'esercizio dell'attività di pesca e dell'attività venatoria è consentito su tutto il territorio nazionale. Tuttavia è bene tener presente che ciascuna Regione ha la propria normativa e proprie modalità di gestione della materia. E' quindi consigliabile informarsi circa la presenza di eventuali vincoli, prima di esercitare tali attività al di fuori del territorio lombardo.

Per approfondimenti consultare questa pagina

Riferimenti Normativi:
art. 3 legge 16 maggio 1970, n. 281
art. 4 legge 14 giugno 1990, n.158
d.lgs. 22 giugno 1991, n. 230
d.lgs. 23 gennaio 1992, n. 31
art. 3 legge 23 dicembre 1996, n. 662
art. 55 d.lgs. 15 dicembre 1997, n. 446
l.r. 10 dicembre 1998, n. 34
l.r. 14 luglio 2003, n.10
l.r. 8 luglio 2015, n. 20 “Legge di semplificazione 2015 – Ambiti istituzionale ed economico”

Fonte sito della regione Lombardia


Allegati:
Scarica questo file (esenzione_tassa_regionale.pdf)L.R. 20/2015 del 08/07/2015 esenzione tassa regionale per neofiti[Documento originale]05-08-2019
Scarica questo file (L.R.20 2015 evidenziata.pdf)Legge Regionale 8 luglio 2015, n. 20 Legge di semplificazione 2015 [ (BURL n. 28, suppl. del 10 Luglio 2015 )]06-08-2019
Scarica questo file (SUP28_10-07-2015.pdf)Supplemento n. 28 - Venerdì 10 luglio 2015[BOLLETTINO UFFICIALE Regione Lombardia]06-08-2019